Vai ai contenuti

Unione dei Comuni del Coros

Sei qui: HOME » Servizi » Servizio Associato SUAPE

Servizio Associato SUAPE

QUALI COMUNI PARTECIPANO ALLO SUAPE DELL’UNIONE DI COMUNI DEL COROS?

Attualmente le funzioni dello SUAPE Intercomunale dell’Unione dei Comuni del Coros, sono svolte a favore dei comuni di CARGEGHE, CODRONGIANOS, MUROS, OSSI e PUTIFIGARI.

 

COSA E’ LO SUAPE?

Lo SUAPE, cioè Sportello Unico per le Attività Produttive e per l'attività Edilizia, è uno Sportello telematico che  costituisce l'unico punto di riferimento, per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio delle seguenti attività:

a)      per “procedimenti amministrativi inerenti alle attività economiche e produttive di beni e servizi e ai procedimenti amministrativi concernenti la realizzazione, l'ampliamento, la cessazione, la riattivazione, la localizzazione e la rilocalizzazione di impianti produttivi ivi compresi quelli di cui al decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59” si intendono tutti i procedimenti amministrativi riguardanti qualsiasi adempimento a carico di un’attività economica e produttiva di beni e servizi, per qualsiasi vicenda connessa con l’attività che intervenga prima del suo avvio, durante il suo corso e fino alla sua cessazione definitiva;

b)      per  “procedimenti amministrativi riguardanti l'intervento edilizio,  compresi gli  interventi di trasformazione del  territorio ad  iniziativa  privata  e  gli  interventi sugli  edifici  esistenti” si intendono tutti i procedimenti amministrativi riguardanti qualsiasi tipologia di intervento edilizio o di trasformazione del territorio ad iniziativa privata, tanto nel caso in cui essa sia posta in essere da un soggetto esercente un’attività produttiva di beni e servizi quanto da un altro soggetto privato;

c)       per  “procedimenti  amministrativi  riguardanti  le  manifestazioni  o  eventi  sportivi  o  eventi culturali  di  pubblico  spettacolo”  si  intendono  quelli  connessi  ad  un’attività  economica e produttiva di beni e servizi.

Lo SUAPE semplifica e garantisce la conclusione delle pratiche in tempi rapidi e certi, e soprattutto, l'imprenditore ed il privato cittadino hanno il vantaggio di :

- Rivolgersi ad un unico ufficio. Lo SUAPE costituisce l’Unico Punto di Contatto fra chi presenta la pratica e tutti gli Enti e le Pubbliche Amministrazioni che in relazioni al procedimento, abbiano competenza ad esprimere autorizzazioni, nulla osta  o pareri comunque denominati;

- Presentare un’unica pratica. Infatti, con la presentazione della Dichiarazione Unica Autocertificativa (DUA), si acquisisce un unico titolo abilitativo, nella forma dell’autocertificazione o del provvedimento, che in ogni caso ricomprende tutti gli atti abilitativi e di assenso previsti dalle singole normative settoriali, fatte salve le specifiche eccezioni.

 

COME SI PRESENTA LA PRATICA?

Il procedimento unico ha inizio con la  presentazione telematica della DUA tramite il software regionale, disponibile sul portale Internet www.sardegnaimpresa.eu.

Soltanto nel caso in cui il software non sia temporaneamente disponibile, in caso di urgenza la pratica può essere inviata alla casella PEC (Posta Elettronica Certificata) del SUAPE suap@pec.unionecoros.it.

Nel  caso  in  cui  l’impresa  opti  per  la  presentazione  contestuale  della  SCIA  e  della Comunicazione Unica, la pratica deve essere inviata tramite il sistema informativo messo a disposizione dal Registro Imprese.

 

QUALE MODULISTICA DEVO UTILIZZARE?

Per la presentazione della DUA, deve essere utilizzata la modulistica predisposta dalla Regione Sardegna e disponibile sul portale Internet www.sardegnaimpresa.eu.

La dichiarazione autocertificativa – qualora necessario – deve essere corredata da:

  • le dichiarazioni sostitutive di certificazioni e dell’atto di notorietà per quanto riguarda tutti gli stati, le qualità personali e i fatti previsti negli articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000;
  • le dichiarazioni di conformità rese da tecnici abilitati relative alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti previsti dalla normativa vigente, in particolare relativamente agli aspetti edilizi e urbanistici e a quelli in materia igienico-sanitaria, ambientale e di sicurezza, quando tale conformità dipenda esclusivamente dal rispetto di requisiti e prescrizioni di leggi, regolamenti, disposizioni amministrative o piani e programmi settoriali;

- gli   elaborati   progettuali   necessari   per   consentire   le   verifiche   di   competenza   delle amministrazioni coinvolte.

Le dichiarazioni di conformità sono necessarie, come esplicitato nella tabella di Ricognizione dei regimi amministrativi in ambito SUAPE (allegato B), nei seguenti casi:

  • ove una disposizione normativa ne preveda espressamente la necessità;
  • nei  casi  in  cui  le  autorizzazioni  previste  dalle  norme  settoriali  siano  sostituite  dal procedimento in autocertificazione e siano previste verifiche connesse con aspetti edilizio- urbanistici, igienico-sanitari, ambientali e di sicurezza, compresi i casi in cui l’esercizio di un’attività sia subordinato al rispetto di disposizioni di programmazione settoriale attinenti ai medesimi aspetti.

Le dichiarazioni di conformità sono redatte da un tecnico abilitato, iscritto al relativo ordine/collegio professionale, il quale ha l’onere di verificare che l’oggetto della dichiarazione di conformità rientri interamente nel  campo di  competenza individuato dalla  propria abilitazione professionale. Nella medesima pratica possono essere presenti più dichiarazioni di conformità, anche sottoscritte da tecnici diversi, purché complessivamente venga attestata la piena conformità dell’intero intervento rispetto a tutte le norme applicabili

 

QUALI SPESE, DIRITTI ED ONERI DEVO PAGARE PER LA PRESENTAZIONE DELLA PRATICA AL SUAPE?

Il procedimento unico può prevedere il pagamento delle spese e dei diritti dovuti dall’interessato al SUAPE e agli altri soggetti coinvolti per la richiesta di autorizzazioni, nulla-osta o pareri, previsti da disposizioni di leggi statali e regionali vigenti nelle misure stabilite dalle stesse.

Per sapere se l’intervento proposto, sia soggetto al pagamento di diritti, il soggetto proponente dovrà rivolgersi direttamente agli enti coinvolti nel procedimento.

I diritti di istruttoria di spettanza di questo SUAPE, che devono essere corrisposti indipendentemente da quelli di competenza di altri Enti o Pubbliche Amministrazioni, sono disponibili qui.(collegamento alla sezione “DIRITTI SUAPE”.

Quando prevista, l’imposta di bollo è assolta unitariamente per tutti i titoli abilitativi compresi nell’intervento, in modalità virtuale o con le modalità di cui al D.M. 10 novembre 2011 e s.m.i..

 
Torna su