Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

UNIONE COROS: GLI AMMINISTRATORI DELIBERANO LA NASCITA DI NUOVE FUNZIONI LEGATE ALLO SVILUPPO TERRITORIALE

Pubblicato il 21/giu/2021
159291441 3898429693558570 6859232836739224995 n

Il Presidente Carlo Sotgiu, sulla base degli accordi raggiunti con i Sindaci dei Comuni aderenti, propone, con la delibera n.14 del 15 giugno, di integrare il Piano triennale con altre funzioni e i servizi da svolgere in forma associata

L’Assemblea dei sindaci dell’Unione si è riunita martedì 15 giugno per deliberare l’integrazione del programma delle gestioni associate, attraverso la quale verranno aggiunte due nuove funzioni: una legata essenzialmente allo sviluppo locale, promozione e coordinamento dello sviluppo economico e sociale anche assicurando sostegno e supporto alle attività economiche e di ricerca coerenti con la vocazione del territorio, l’altra inerente la manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità con valenza intercomunale del territorio  del Coros. Il Presidente Carlo Sotgiu, sulla base degli accordi raggiunti con i Sindaci dei Comuni aderenti, propone, con la delibera n.14 del 15 giugno, di integrare il Piano triennale con altre funzioni e i servizi da svolgere in forma associata, ritenute strategiche per il prossimo futuro, in attesa di conoscere l’esito dell’impugnativa del Governo nazionale sulla riforma dell’ordinamento regionale degli enti locali, le cui disposizioni potranno avere ripercussioni sull'attività delle Unioni.  I primi cittadini del Coros hanno comunque ritenuto opportuno individuare alcune nuove funzioni che consentiranno all’Unione di poter programmare e spendere le risorse finanziarie disponibili e, eventualmente, partecipare su delega generale dei Comuni a bandi regionali, nazionali ed europei per progetti di sviluppo locale. In buona sostanza l’Ente Coros, che ha un bilancio in regola e che dispone di finanziamenti atti a supportare lo sviluppo strategico del territorio, ha disposto la necessità di normare nuove funzioni che veicolino i finanziamenti verso progetti e strategie di marketing territoriale che già sono contemplate nelle “best pratices” dell’Ente. Il tutto, in un'ottica di integrazione territoriale che punta ad unire il territorio di cerniera tra la Gallura e il nord ovest, ricchissimo di attrattori culturali, storici e ambientali.  L'assemblea ha approvato anche la deliberazione n.15  che predispone, in virtù della decisione di integrazione di nuove funzioni, la variazione al Bilancio di Previsione 2021/2023, con l’applicazione di avanzo di amministrazione disponibile accertato per l'esercizio 2020. Con questa delibera, varieranno contestualmente gli stanziamenti di cassa, il Bilancio di Previsione 2021-2023 e il DUP – Documento Unico di Programmazione, per  il triennio 2021-2023. Ovviamente le variazioni proposte garantiscono il permanere degli equilibri di bilancio. “ L’Ente ha la possibilità di supportare i comuni e il territorio in virtù del lavoro sinergico che rispecchia il Piano strategico territoriale, il Piano di azione Locale del Gal, e tutte le misure messe in campo dalla Regione Sardegna- spiega il Presidente Carlo Sotgiu-.”Dobbiamo lavorare su queste dinamiche territoriali se vogliamo rispondere alle esigenze di crescita sviluppo e potenziamento dei servizi, che sono alla base di un paese vivibile, attrattivo e virtuoso”.

Documenti

← Ritorna indietro